Vai direttamente al menu di accessibilità.

Opzioni di accessibilità

ptenfrites
Contenuto della parte superiore della pagina
Ultime notizie

IFSP crea un valutatore della temperatura corporea per controllare il Covid-19

Conif seleziona il progetto Campus Campinas che collabora con la pandemia

  • Pubblicato: mercoledì 20 maggio 2020, 09h49
  • Ultimo aggiornamento martedì 09 giugno 2020, 16h40

Un progetto Campinas Campus è stato approvato da un avviso del Conif (Consiglio Nazionale delle Istituzioni della Rete Federale della Formazione Professionale, Scientifica e Tecnologica) che seleziona proposte di ricerca e / o ampliamento relative alle richieste legate al Covid-19. 

Intitolato "valutatore della temperatura corporea senza contatto per il controllo degli accessi alle istituzioni con un record di nuvole", il progetto mira a sviluppare apparecchiature che eseguano la misurazione della temperatura a una distanza di 50 centimetri dall'utente, fornendo segnalazioni visive e acustiche di fronte al mutato temperatura. 

Schizzo del prototipo

 

I dati (temperatura, posizione, data e ora della misurazione) saranno archiviati su una piattaforma cloud o locale per successive analisi statistiche e disponibilità per studi, spiega Eder Sacconi, Dean of Research and Graduate Studies dell'IFSP. 

Il professor João Alexandre Bortoloti, membro del gruppo di ricerca, spiega che verranno sviluppati 33 prototipi dell'attrezzatura portatile, che consisteranno in un microcontrollore, modulo WIFI, sensore di temperatura senza contatto, fonte di alimentazione, batteria ricaricabile (opzionale), struttura plastica in PLA o ABS, scatola in plastica, buzzer e display Oled. I dati verranno archiviati su una piattaforma IoT o nella memoria locale. Il primo prototipo è previsto per la fine di luglio. 

I professori Edson (a sinistra) e João

 

I prototipi saranno distribuiti nei campus IFSP, dove si stima che saranno monitorati oltre 40mila studenti, oltre ai server e ai visitatori dell'istituto. Secondo il professore, la posizione di installazione del dispositivo dipende dall'infrastruttura di ciascun campus, dalla strategia di misurazione utilizzata e dalla quantità di apparecchiature per unità installate. 

Quando viene individuata una temperatura al di fuori dello standard prestabilito, verrà attivato un allarme acustico e visivo. Nei modelli di telecontrollo, anche il coordinamento responsabile dell'accesso sarà informato tramite telefono cellulare. La procedura per la segnalazione dello studente, server o visitatore con un cambiamento di temperatura sarà definita da ciascun campus.

I professori Edson e Daltamir

 

Pertanto, si prevede che l'apparecchiatura assisterà nell'identificazione di un possibile focus di diffusione per COVID-19. "In questo modo è possibile ridurre al minimo la diffusione del virus e rendere il più breve possibile il rinvio dell'individuo per un consulto medico", valuta Alexandre.

Il gruppo di ricerca conterà sulla partecipazione di quattro studenti dei corsi di Tecnologia Elettronica Industriale e Tecnico Elettronico da selezionare e dei professori Edson Duarte e Daltamir Maia, oltre a João Bortoloti. 

Al momento il progetto è in fase di pre-produzione, in attesa del rilascio delle risorse tramite la Segreteria della Formazione Professionale e Tecnologica (Setec) per avviare l'elaborazione dei prototipi, che dovrà essere completata in quattro mesi (dall'inizio del lavori).

Avviso Conif

O Avviso n. 01/2020 do Conif (Consiglio Nazionale delle Istituzioni della Rete Federale dell'Educazione Professionale, Scientifica e Tecnologica) mira a proposte di ricerca e / o ampliamento che possano dare un ritorno a breve termine alle richieste legate al Covid-19. 

I progetti sostenuti dal presente Bando per Proposte propongono soluzioni innovative volte a produrre: a) apparecchiature e dispositivi per il trattamento e la diagnosi del Covid-19; b) tecnologie per il miglioramento dei servizi di informazione, accesso, accoglienza, assistenza e gestione SUS, proponendo innovazioni per l'organizzazione dei servizi e delle unità sanitarie; c) tecnologie innovative per risolvere la difficoltà di accesso al cibo, isolamento sociale, problemi emotivi, logistica, educazione online, comunicazione, tra gli altri, proponendo soluzioni alle conseguenze degli impatti sociali ed economici derivanti dalla pandemia; d) Sviluppo di apparecchiature di monitoraggio e screening in loco; attrezzature per lo smistamento; sviluppo di soluzioni innovative con Dispositivi di Protezione Individuale - EPI / Dispositivi di Protezione Collettiva - EPC.

Le proposte approvate devono essere conformi alle raccomandazioni del Ministero della Salute, Vigilanza Sanitaria e altri organismi, al fine di salvaguardare la salute di tutti i soggetti coinvolti, con acquisto / utilizzo obbligatorio dei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), per il faccia a faccia attività, e inoltre, rispettare le misure di mobilità urbana, condizioni igienico-sanitarie ed epidemiologiche stabilite dalle autorità federali, statali e / o municipali. 

registrato in:
Contenuto di fine pagina