Vai direttamente al menu di accessibilità.

Opzioni di accessibilità

ptenfrites
Contenuto della parte superiore della pagina
Ultime notizie

Nota della Presidenza del Consiglio Superiore

Il presidente di Consup (Consiglio superiore) si occupa di MP 914 e del processo elettorale all'IFSP

  • Pubblicato: martedì 23 giugno 2020, 14:52
  • Ultimo aggiornamento martedì 23 giugno 2020, 14h58

Alla luce dei recenti eventi relativi al processo di scelta dei direttori presso le Istituzioni Educative Federali, al fine di informare la comunità accademica, nonché di curare gli organi collegiali dell'IFSP, ribadendo la rilevanza del suo Consiglio Superiore - Consup (Superior Consiglio) e le prestazioni dei suoi consiglieri, la Presidenza del Consup (Consiglio Superiore) - IFSP rende pubblica la seguente nota.

Fino al 1 giugno 2020 era in vigore il MP 914, pubblicato il 24 dicembre 2019, che ha posto fine alla parità di voti di docenti, tecnici amministrativi e studenti, ha spento l'elezione dei direttori generali e ha creato la tripla lista per il preside. È stato uno scherno, un attacco alla democrazia, un affronto all'autonomia universitaria e un chiaro intervento nelle FI.

Con due settimane di anticipo, la presidenza del Consup (Consiglio Superiore) ha guidato il Consiglio a prendere rapporti, allertando la data di scadenza di MP 914, nonché discussioni all'interno del Consiglio Nazionale delle Istituzioni della Rete Federale di Formazione Professionale, Scientifica e Tecnologica (Conif), mirando alla salvaguardia della democrazia nelle FIs.

È stato ricordato ai consulenti, che dovrebbe essere chiaro alla comunità accademica, che:

  • Deflagrare il processo elettorale, deliberare e monitorare il codice elettorale sono compiti legalmente previsti esclusivamente dal Consiglio Superiore;
  • Una volta avviato il processo elettorale, deve concludersi entro 90 giorni;
  • Il processo di scelta degli amministratori negli SF è previsto dalla Legge n. 11.892 / 2008, ma è regolato da un Decreto, n. 6986/2009. È nel decreto, ad esempio, che c'è la garanzia che il processo di selezione indichi un solo candidato per la carica, e non una lista di candidati in modo che il presidente possa scegliere il rettore che preferisce;
  • Non sarebbe possibile emettere un nuovo parlamentare sull'argomento nell'anno in corso, ma un decreto spetta al governo, non dipende dal Congresso.
    Con questo ordine del giorno si sono tenuti tre incontri Consup (Consiglio Superiore) –IFSP, il 20 maggio, il 2 e il 9 giugno. Quattro IF hanno iniziato i loro processi nel periodo, dopo la perdita di validità di MP 914: IFNMG il 2 giugno, IFMA il 03 giugno, IFRR il 04 giugno e IFFar il 05 giugno.

I capi degli uffici della procura federale presso IFRR, IFMA, IFSP, IFFar e IFNMG hanno preparato un parere sulla legalità dell'adozione della consultazione elettronica / virtuale alla comunità scolastica, sottolineando la legalità fornita, tra gli altri punti, il software o il sistema per essere adottato essere “in grado di garantire al processo: a) accessibilità, b) trasparenza, c) riservatezza del voto, d) autenticità, e) possibilità di audit; f) integrità ”.

Su richiesta di un consigliere, il 9 giugno si è svolta una riunione straordinaria, con discussione di questo ordine del giorno. Gli ex candidati alle posizioni di preside, nonché il direttore IFSP per la tecnologia dell'informazione e il procuratore federale presso l'IFSP, sono stati invitati a fornire chiarimenti su rivendicazioni precedenti, che hanno chiarito i dubbi dei consulenti sui dettagli di precedenti rivendicazioni, questioni legali e tecniche sopra menzionate , comprese le informazioni sui sistemi scelti dagli FI che stanno attivando i loro processi.

In quel momento si votò se attivare o meno il processo elettorale e la decisione del Consup (Consiglio Superiore), con 15 voti contro 7, è contraria allo scoppio.

Tra gli argomenti presentati da coloro a favore dell'epidemia c'era, in primo luogo, la necessità di evitare il rischio di ingerenze governative nel processo, cambiando le regole e il carattere democratico della scelta dei leader, cosa che potrebbe essere fatta con l'emissione di un nuovo decreto governativo, dopo la perdita della validità del MP 914. Inoltre, considerando il periodo di pandemia Covid-19 e la necessità di distanza sociale, che può protrarsi per mesi, il codice elettorale dovrebbe tener conto, in qualsiasi caso, questa specificità, e spetta al Consiglio stesso incaricare la Commissione centrale eletta di redigere il codice elettorale più equo ed isonomico possibile.

I consiglieri contrari, d'altra parte, hanno sostenuto che l'agilità del governo per tentare un nuovo cambiamento era improbabile, considerando la sua disarticolazione al momento; che non sarebbe responsabilità del Consiglio, ma del governo, se ciò dovesse accadere; E 'stata inoltre sollevata preoccupazione per la partecipazione paritaria della comunità accademica, consapevole che “il processo elettorale deve essere equo, trasparente, sicuro e rappresentativo”, secondo una nota di chiarimento pubblicata da un gruppo di consiglieri.

Il giorno dopo quell'incontro, il 10 giugno, il governo ha pubblicato MP 979, che autorizza il ministro dell'Istruzione a nominare presidi nelle università e negli istituti federali durante la pandemia covid-19, senza consultare la comunità.

Fortunatamente, c'è stata una rapida agitazione contro MP 979, con manifestazioni di Conif, tra le altre istituzioni, e il ritorno di MP all'esecutivo da parte del Presidente del Congresso.

Tuttavia, va notato che, per il caso degli Istituti federali, la pubblicazione di un nuovo decreto, in sostituzione di quello del n. 6986, sarebbe sufficiente per cambiare quello che è, oggi, il processo di scelta più democratico negli Istituti di istruzione federali.

Inoltre, sottolineando l'autonomia del Consiglio Superiore IFSP, che deve sia avviare il processo di selezione che approvare il suo Codice Elettorale, che il Consiglio, insieme alla comunità, rappresentata dalla Commissione Centrale, ha la capacità di garantire la più "equa, trasparente, sicuro e rappresentativo ”, siamo addirittura contrari all'argomento stesso del governo, secondo cui MP 979 sarebbe necessario perché non è possibile garantire la consultazione democratica con la necessaria distanza sociale.

La Presidenza del Consup (Consiglio Superiore) si rammarica che, nonostante le modifiche apportate dall'attuale gestione dell'IFSP, con la premessa di una gestione democratica, come il diritto di voce ai consiglieri supplenti e la trasmissione delle riunioni del Consiglio, l'udienza sia basso, considerando il numero di dipendenti e studenti dell'istituto.

In tal senso, in vista della diffusione di note, testi e relazioni identificate da composizioni con il termine “Consup (Consiglio Superiore)”, è necessario informare la comunità che il Consiglio Superiore - Consup (Consiglio Superiore) dell'IFSP è solo uno, con una nota Consup (Consiglio Superiore) passerà necessariamente per la plenaria del Consiglio. Allo stesso modo questa è una nota della Presidenza del Consup (Consiglio Superiore), alla quale sottoscrive il suo presidente.

Essendo uno, spetterà a questo Consiglio, ai suoi consiglieri e consiglieri, l'avvio del processo elettorale, nel momento che riterrà opportuno, nonché guidare le linee guida per la Commissione centrale e l'approvazione del Codice elettorale che, tenuto conto della politica nazionale situazione e l'attuale momento di crisi sanitaria, consentono un processo “equo, trasparente, sicuro e rappresentativo”.

Con ciò, la Presidenza del Consup (Consiglio Superiore) spera di aver informato la comunità, in modo che possa trasmettere la sua posizione ai consiglieri e consiglieri, che sono i suoi rappresentanti, affinché sviluppino al meglio la loro responsabilità nei confronti dell'Istituzione, e siamo in grado di difendere la democrazia in questo momento di tentativi interventisti.

Professore Eduardo Antonio Modena

     Presidente del Consup (Consiglio Superiore) e Rettore dell'IFSP

registrato in:
Contenuto di fine pagina