Vai direttamente al menu di accessibilità.

Opzioni di accessibilità

ptenfrites
Contenuto della parte superiore della pagina
Ultime notizie

IFSP registra due software all'INPI

Il software è già in fase di trasferimento tecnologico

  • Pubblicato: martedì 23 giugno 2020, 15:12
  • Ultimo aggiornamento mercoledì 01 luglio 2020, 10:18

Lo scorso giugno, l'Agenzia IFSP per l'innovazione e il trasferimento tecnologico (Inova) ha registrato due programmi software presso l'Istituto nazionale di proprietà industriale (INPI), aumentando il portafoglio di proprietà intellettuale dell'IFSP. I software sono l'ACL per Modbus TCP Gateway; e ITS: sistema di trasporto intelligente per il monitoraggio del traffico e la diffusione degli eventi. 

Gateway ACL a Modbus TCP 

Sviluppato dallo studente Rodrigo Aristóteles, del master in Automation and Process Control, e dal professor Tarcísio Fernandes Leão, del Campus di San Paolo, è un software di integrazione dell'automazione industriale (chiamato porta). Questo tipo di software è fondamentale nell'attuale contesto dell'industria 4.0, in quanto consente la connettività negli impianti industriali esistenti.

Il costo della modernizzazione delle operazioni industriali può essere notevolmente ridotto con iniziative come questa. Il software è stato sviluppato per l'integrazione di un robot manipolatore con una postazione di lavoro.

Il professor Tarcísio Leão fornisce un esempio pratico per illustrare il funzionamento del software che, secondo lui, converte il "linguaggio" ACL in Modbus.

"Immagina di avere un telefono Android e un telefono iOS. Quello che uno "elabora" l'altro non lo capisce. Pertanto, un'applicazione Android non "funziona" sull'iPhone. Questo accade sempre nel settore. Ogni produttore crea la propria base. Tuttavia, un telefono Android può chiamare un iPhone perché il protocollo del telefono è lo stesso. Quindi, al loro interno c'è un convertitore per questo protocollo. Quello che abbiamo fatto è stato creare un traduttore affinché il robot fosse in grado di parlare con la rete industriale ”, ha detto.

Tarcísio ha anche detto che l'IFSP è in trattative per trasferire la tecnologia a Senai.

ITS: sistema di trasporto intelligente per il monitoraggio del traffico e la diffusione di eventi 

Sistema sviluppato dagli studenti del corso System Analysis and Development del Campus Catanduva sotto la supervisione dei professori Douglas Dias Lieira, Marco Antônio Colombo da Silva, Luiz Hideo Vasconcelos Nakamura e Rodolfo Ipolito Meneguette, che consente la registrazione, il controllo e il monitoraggio di percorsi ristretti. Tramite un utente registrato è possibile inserire percorsi vietati, attivare le interdizioni e visualizzare i percorsi di altri utenti. In questo modo, il software cerca di ottimizzare il traffico dei veicoli sulle strade, riducendo la congestione, il tempo in cui l'utente viene fermato nel traffico e altre conseguenze causate dalla congestione, come le emissioni di CO2.

Per Rodolfo Meneguette, una delle differenze del software in relazione a servizi come Google Maps e Waze è la riduzione del tempo che le squadre di preparazione e risposta alle emergenze impiegano per occuparsi di un evento, consentendo a SAMU e ai vigili del fuoco di arrivare più rapidamente. al sito. 

Il software è già in fase di formalizzazione del trasferimento tecnologico ed è utilizzato dal Comune di Catanduva, secondo quanto riportato dal portale del Comune:  http://www.catanduva.sp.gov.br/2020/01/20/aplicativo-alerta-interdicoes-no-transito-a-orgaos-de-emergencia/

 

registrato in:
Contenuto di fine pagina