Vai direttamente al menu di accessibilità.

Opzioni di accessibilità

ptenfrites
Pagina iniziale > Ultimi server di notizie > Gli insegnanti possono partecipare alla ricerca sulle pratiche pedagogiche
Contenuto della parte superiore della pagina

Gli insegnanti possono partecipare alla ricerca sulle pratiche pedagogiche

Pubblicato: lunedì 29 marzo 2021, 01:03 | Ultimo aggiornamento lunedì 29 marzo 2021, 12h11

Il sondaggio finanzierà l'azione educativa per rieducare le relazioni etnico-razziali e di genere

Dal 29 al 16 aprile gli insegnanti potranno rispondere al questionario che mira a fare una diagnosi delle pratiche pedagogiche degli insegnanti che lavorano nell'istruzione di base all'IFSP.

Il questionario fa parte del Progetto AFROIF - curriculum, pensiero decoloniale e formazione degli insegnanti, proposta contemplata dal Bando Pubblico “Equità razziale nell'istruzione di base”, del Centro per lo studio delle relazioni di lavoro e delle disuguaglianze (Ceert), che tra l'altro azioni prevede la ricerca con i docenti di tutti i 36 campus IFSP.

“La collaborazione dei docenti è fondamentale per rendere possibile la conoscenza delle difficoltà, delle esperienze rilevanti e delle potenzialità che tali professionisti hanno per promuovere un'azione educativa finalizzata alla rieducazione delle relazioni etnico-razziali e di genere e per sviluppare una proposta pedagogica con una prospettiva sulla storia e sulla cultura africana, afro-brasiliana e indigena. Ci auguriamo di poter contare sulla partecipazione di tutti i docenti, sia della base comune, formazione generale, propedeutica, sia delle aree professionale, tecnica, liceo e dell'istruzione superiore ”, analizza Valquiria Tenório, membro del Center for Afro -Studi brasiliani e indigeni (NEABI / IFSP) e Comitato direttivo per la ricerca.

Gli insegnanti potranno rispondere al questionario nel presente documento.

Il progetto

Preparato da un gruppo di ricercatori dell'IFSP Nucleus of Afro-Brazilian and Indigenous Studies (NEABI) e collaboratori, il Progetto AFROIF è tra le 15 proposte di ricerca applicata selezionate su un totale di 605 presentate a Racial Equity in Basic Education Edital, proveniente da tutto il Brasile. I progetti sono stati approvati dal Centro per lo studio dei rapporti di lavoro e delle disuguaglianze (CEERT), un'iniziativa di Itaú Social in collaborazione con Instituto Unibanco, Fundação Tide Setubal e Unicef. “Conteremo su risorse nell'ordine di R $ 150mila per la ricerca applicata, il cui risultato renderà realizzabili concrete azioni formative teoriche e pratiche, finalizzate all'effettivo inserimento della storia e della cultura africana, afro-brasiliana e indigena nella nostra curriculum e pratica pedagogica ”, spiega Caroline Jango, pedagoga e coordinatrice del progetto. 

Il bando prevede che il progetto venga realizzato entro il 1 aprile 2022. A tal fine, si sta sviluppando in tre fasi. La prima fase è l'applicazione del questionario nel campus, che si rivolge a 2.611 insegnanti attivi permanenti di tutte le unità dell'Istituto. Dai risultati e dalle richieste evidenziate, verrà costruito un percorso formativo che offrirà ai docenti processi di formazione innovativi, qualcosa di diverso, in base alla diagnosi ottenuta. “L'obiettivo è quello di aprire spazi permanenti di ascolto, scambio di esperienze e saperi decoloniali, con la creazione di centri per la produzione di materiali didattici e di riferimento che supportino l'azione educativa nei diversi ambiti del sapere con una prospettiva sull'africanità. Per questo, la partecipazione degli insegnanti alle risposte ai questionari è essenziale ”, ritiene la professoressa Huyra Araújo, membro di NEABI / IFSP e comitato direttivo del progetto. 

Il lavoro consentirà inoltre di avanzare nel consolidamento dell'inserimento di conoscenze e contenuti che vengono guidati nella costruzione dei Basic Education Reference Curricula dell'IFSP (CRs).

Le azioni sono anche finalizzate al rispetto delle leggi 10.639 / 03 e 11.645 / 08, che hanno modificato la legge sulle linee guida e le basi per l'istruzione nazionale e include l'obbligo dei temi Storia e cultura afro-brasiliana e Storia e cultura afro-brasiliana e indigena , rispettivamente, negli istituti di istruzione primaria e secondaria. 

O Ceert

Dal 1990, il Centro per lo studio delle relazioni di lavoro e delle disuguaglianze (Ceert) ha condotto programmi di ricerca e intervento incentrati sulla valorizzazione della diversità e sulla promozione della razza e dell'uguaglianza di genere nel mercato del lavoro. Investendo nella promozione dell'uguaglianza razziale e di genere nelle istituzioni, Ceert intende contribuire a spezzare il ciclo di violenza a cui sono soggetti i neri in Brasile, in particolare i giovani neri, attraverso l'esercizio del diritto a un lavoro dignitoso, in condizioni di parità. . Così, oltre a denunciare le violenze subite quotidianamente e sistematicamente dalla popolazione nera, i cui giovani e donne subiscono tassi molto elevati di omicidi e altre forme di violazione dei diritti fondamentali, Ceert cerca di costruire alternative per migliori condizioni di vita per questo segmento di popolazione, per esempio attraverso il pieno godimento dei loro diritti sociali ed economici.

Per saperne di più https://editalequidaderacial.ceert.org.br/#sel

 

registrato in:
Contenuto di fine pagina