Vai direttamente al menu di accessibilità.

Opzioni di accessibilità

ptenfrites
Pagina iniziale > Ultime Notizie > Il professore IFSP riceve risorse da Fapesp per sviluppare il sistema di radioluminescenza
Contenuto della parte superiore della pagina
Ultime notizie

Il professore IFSP riceve risorse da Fapesp per sviluppare il sistema di radioluminescenza

Il progetto prevede lo studio dei minerali brasiliani per l'applicazione nella dosimetria delle radiazioni

  • Pubblicato: mercoledì, 25 novembre 2020, 17h11
  • Ultimo aggiornamento mercoledì 25 novembre 2020, 17h51

Il professor Neilo Trindade, del campus di San Paolo, aveva un additivo di circa 120mila reais nel suo aiuto alla ricerca, approvato dalla Fondazione statale di sostegno alla ricerca di San Paolo (Fapesp). IL progetto iniziale, approvato nel 2019, prevede lo studio dei minerali brasiliani per l'applicazione nella dosimetria delle radiazioni.

Secondo Trindade, poiché il Brasile è uno dei maggiori produttori e fornitori di un'ampia varietà di gemme al mondo, è necessario studiare altri cristalli naturali, principalmente minerali nazionali, che possono essere utili per la dosimetria delle radiazioni. In questo contesto, durante lo sviluppo del progetto in corso, dopo aver elaborato un piano strategico, il ricercatore ha chiesto a Fapesp maggiori risorse per sviluppare un sistema di radioluminescenza (RL).

Secondo Neilo, Fapesp ha valutato positivamente il rapporto scientifico e ha pienamente approvato la richiesta di budget per assemblare il sistema RL accoppiato con un'altra tecnica complementare, la termoluminescenza, per un totale di circa R $ 120mila. Inoltre, il ricercatore avrà l'aiuto di un collega tecnico. "L'agenzia, come IFSP, ha creduto molto nel nostro lavoro e questo ci porta una grande responsabilità nei confronti dell'ambiente accademico e della società", ha affermato.

Il ricercatore spiega che la luminescenza è l'emissione di luce presentata da alcune sostanze quando sottoposte a qualche tipo di stimolo, come calore, elettricità, luce ultravioletta (UV) o infrarossa, reazione chimica o radiazione ionizzante, al di sotto del punto di incandescenza. La radioluminescenza si verifica quando la luminescenza si verifica durante la stimolazione con radiazioni ionizzanti. Pertanto, secondo lui, è abbastanza utile studiare i materiali luminescenti che vengono utilizzati, o hanno un potenziale di utilizzo, nell'area della dosimetria.

 Secondo Trindade, nel caso dei minerali brasiliani, oggetto della ricerca, con l'ausilio di tecniche complementari è possibile approfondire i centri assorbitori ed emittenti, sia per avere affidabilità della gemma acquisita sia per correlare questi elementi con quelli che sono responsabili del segnale luminescente.

Il progetto è sviluppato in collaborazione con la Prof.ssa Elisabeth M. Yoshimura, del Gruppo Radiation Dosimetry and Medical Physics, Istituto di Fisica dell'Università di São Paulo (USP), con il Professor Ronaldo Santos da Silva, del Dipartimento di Fisica dell'Università Federale do Sergipe ( UFS) e con il professor Luiz G. Jacobsohn, del dipartimento di ingegneria dei materiali della Clemson University, USA.

Secondo il professor Neilo, il sistema dovrebbe essere pronto entro ottobre. Con le risorse approvate da Fapesp verranno acquistati componenti quali spettrometro, sorgente di raggi X, fibre ottiche e fotomoltiplicatore; successivamente verrà realizzata una telecamera per il sistema e il sistema sarà interfacciato con il computer.

 

registrato in:
Contenuto di fine pagina