Vai direttamente al menu di accessibilità.

Opzioni di accessibilità

ptenfrites
Pagina iniziale > Ultime Notizie > Il professore IFSP è ambasciatore del Congresso mondiale sui biomateriali 
Contenuto della parte superiore della pagina
Ultime notizie

Il professore IFSP è ambasciatore del Congresso mondiale sui biomateriali 

Diego Correa rappresenta il Brasile insieme a ricercatori di altri 15 paesi

  • Inserito: martedì, 15 dicembre 2020, 14h23
  • Ultimo aggiornamento mercoledì 16 dicembre 2020, 09:22

Il leader dell'IFSP Advanced Metallic Materials Research Group, Diego Rafael Nespeque Correa, professore di fisica ed elettricità a Câmpus Sorocaba, è stato eletto ambasciatore del Congresso mondiale sui biomateriali, cosa che accade fino a questo martedì 15. 

Diego (in nero) durante una visita tecnica con gli studenti dei corsi tecnici al centro di ricerca, dove hanno visitato la nuova beamline Sirius. In giallo, il ricercatore Marin Van Heel, uno dei creatori della tecnica della microscopia elettronica, vincitore del Willey Biomedical Sciences Award 2017 e uno dei vincitori del premio Nobel 2017 per la chimica

 

 

 

 

Il World Biomaterials Congress (WBC) si tiene ogni quattro anni da un comitato scientifico composto dall'International Union of Societies specifica per l'area (International Union of Societies for Biomaterials Science and Engineering - IUBSE), che riunisce i principali ricercatori nel campo della Biomateriali nel mondo. 

Diego è stato eletto come giovane ricercatore di spicco per pubblicizzare il Brasile all'evento attraverso la Società latinoamericana per i biomateriali, l'ingegneria dei tessuti e gli organi artificiali (SLABO). “Sii molto felice per l'indicazione della società di cui sono membro attivo da anni”, rivela.

Dal 2018, Diego Correa guida l'Advanced Metallic Materials Research Group presso Câmpus Sorocaba, dove si sviluppa la ricerca che coinvolge soprattutto biomateriali metallici da utilizzare come impianti dentali e ortopedici, oltre a dispositivi di fissazione ossea e strumenti chirurgici. 

Il professore spiega che gli studenti hanno partecipato attivamente alla ricerca attraverso borse di studio di diverse agenzie di sviluppo, come PIBIFSP e PIBIC. Il gruppo di ricerca è costituito da una rete di ricercatori IFSP con esperienza nell'area: Raul Araújo (Câmpus Barretos), Marcos Silva (Câmpus Araraquara), Fábio Vicente (Câmpus Itaquaquecetuba) e José Roberto Martins Jr (Câmpus Tupã). Negli ultimi anni, il gruppo ha ottenuto il supporto per la ricerca dal Dean's Office of Research presso IFSP, FAPESP e CNPq per lo sviluppo delle attività di ricerca, consentendo la pubblicazione costante delle scoperte scientifiche da parte dei ricercatori.

Diego parla durante il seminario su biomateriali, ingegneria dei tessuti e organi artificiali 2019

 

Il ricercatore considera gratificante la selezione come ambasciatore dell'evento mondiale. "Dimostra il riconoscimento e l'importanza del lavoro scientifico sviluppato dai membri e dagli studenti del nostro gruppo di ricerca", afferma. 

Insieme a Diego e altri cinque ricercatori brasiliani, sono stati selezionati ambasciatori provenienti da Argentina, Australia, Belgio, Canada, Cina, Germania, India, Italia, Giappone, Corea, Nepal, Nuova Zelanda, Taiwan, Paesi Bassi e Stati Uniti. Secondo il professore, tutti i ricercatori provengono dalle principali università del mondo, dedite soprattutto allo sviluppo della ricerca nel settore dei Biomateriali. “Pertanto, la mia nomina da parte del comitato organizzatore evidenzia la qualità e l'impatto della ricerca scientifica svolta all'interno dell'IFSP. Per me, la cosa più importante è l'inclusione e il rendimento degli studenti in tutto questo processo, che possono entrare in contatto con la ricerca d'avanguardia sin dal liceo all'interno dell'istituto ”, conclude.

Presentazione al congresso

Durante l'intero congresso mondiale, svoltosi virtualmente (a causa della pandemia causata dal Covid-19), tra l'11 e il 15 dicembre, Diego presenta il lavoro dal titolo "Caratteristiche superficiali delle leghe Ti-15Zr-Mo ossidate termicamente per potenziale utilizzo di impianti biomedicali" sotto forma di un poster virtuale. Il lavoro ha avuto la collaborazione dei Laboratori Tecnologici Plasma e Anelasticità e Biomateriali di Unesp, l'Istituto di Biomateriali, Tribocorrosione e Nanomedicina (IBTN - Br), del Laboratorio Nazionale di Nanotecnologie (LNNano) del Centro di Ricerca su Materiali ed Energia (CNPEM) e Professor Takao Hanawa dell'Istituto di biomateriali e bioingegneria presso la Tokyo Medical and Dental University (Giappone).

registrato in:
Contenuto di fine pagina